getCompanyVOById(10071818)
Cantine Robione
DEBUG 1

Cantine Robione - Vini del Monferrato


Una tradizionale Barbera del Monferrato, oppure un assaggio del nostro Insolito: ogni vino regala una diversa prospettiva del nostro territorio. Tutti, però, sono accomunati dalla cultura e dallo spirito innovativo di tre generazioni di viticoltori e da un co-autore d’eccezione, le dolci colline del Monferrato casalese.


La nostra azienda agricola si trova nella Val Cerrina: qui la natura ci ha regalato un terroir generoso e un clima gentile, che forgia uva di prima qualità e ricchissima di aromi. Noi li conserviamo ed esaltiamo con cura fino al bicchiere, per offrirvi i migliori sapori di un territorio unico al mondo.


Manca ancora un ingrediente segreto: l’ospitalità della Famiglia Robione, sempre pronta ad aprire le porte della sua cantina a chi desidera assaporare il territorio.




  CANTINE ROBIONE Str. Privata S. Paolo 14
15020 Valle Cerrina (AL)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
enoteche Azienda Vitivinicola Cattaneo Pierangelo

L'azienda vitivinicola CATTANEO si trova nel comune di Zandobbio(BG),in localita' Colle GRENA,a circa 400 metri d'altitudine.L'azienda è piccola,a conduzione familiare ma produce un ottimo VALCALEPIO la cui peculiarità è l'intenso e deciso profumo legato al particolare tipo di terreno, microclima,nonchè alla vera passione di Pierangelo di saper ascoltare la terra.

I riconoscimenti a livello internazionale ,medaglia d'oro al concorso EMOZIONI NEL MONDO 2010 e medaglia d'oro al CONCOURSE MONDIAL DES BRUXELLES 2013,con il Valcalepio Rosso Riserva rispettivamente del 2006 e del 2008,hanno premiato oltre che la fatica la vera ricerca cell'equilibrio tra uomo e TERRA.

Foto
luxury Cantine Florio

Costruite in pietra di tufo da Vincenzo Florio nel 1832, le Cantine Florio di Marsala rispecchiano lo stile tipicamente anglosassone dell’epoca, con ampi archi a sesto acuto e pavimento in ”battuto” di polvere di tufo.


La visita guidata all’interno delle Cantine Florio è un viaggio che inizia davanti ai maestosi tini giganti, costruiti alla fine dell’800 e ancora utilizzati per l’affinamento del marsala, e prosegue all’interno delle 3 affascinanti bottaie, lunghe 165 metri e intervallate da ben 104 arcate, sotto cui si allineano 1.400 caratelli e circa 600 fra botti e tini di diversa capacità in cui vengono custoditi, nel silenzio e nella calma immobilità, circa 5.500.000 litri di marsala.


Dopo un tour attraverso le bottaie si accede alle avanguardistiche Sale di degustazione Donna Franca e Duca Enrico. Qui i visitatori vengono accolti da spazi innovativi, in cui la degustazione dei vini Corvo, Duca di Salaparuta e Florio si trasforma in un’esperienza suggestiva grazie anche all’abbinamento con un’attenta selezione di tipicità gastronomiche.

Foto
ristorazione Tenuta Marino

La Tenuta Marino nasce in un territorio estremamente generoso come il Parco Nazionale del Pollino in Basilicata. A circa 500 metri sul livello del mare, la suddetta azienda si espande tanto da invadere il territorio di tre comuni (Noepoli, San Giorgio L. e Senise) e due province (Matera e Potenza). A cavallo tra i due fiumi, Sinni e Sarmento, l’incontaminato luogo può anche vantare la superba presenza della diga di Monte Cutugno, la più grande d’Europa in terra battuta.


Francesco Marino, proprietario e gestore dell’azienda già dalla fine degli anni settanta per la produzione frutticola, è da sempre stato un grande estimatore del vino; già il nonno possedeva una cantina a Rocca Imperiale, in Calabria.


Partendo dal suo personalissimo assunto secondo cui “chi non sa apprezzare il vino non lo sa neanche fare e viceversa” si convince a produrre il proprio, grazie a un segno che gli si impone alla vista nel corso degli anni: una pianta di uva che, imperterrita, cresceva vicino ai cocci di una vecchia torre ottocentesca.

Dopo averla fatta visionare a tecnici competenti, dopo essere risultata di uve aglianico, ecco che comincia la sua impresa.


La vinificazione di quei grappoli che hanno voluto resistere per circa due secoli, questo è il suo Aglianico.

Ben presto la sua produzione si è arricchita di  altre uve quali: Primitivo – Syrah – Merlot – Cabernet Sauvignon e Greco.

Foto
vini Vallerosa Bonci

Nel cuore delle Marche e su una delle colline assolate e piene di verde che si allineano ai fianchi della riva destra del fiume Esino si eleva Cupramontana, nobile ed antica patria del Verdicchio. È qui che la famiglia Bonci, da quattro generazioni ha avviato la sua attività di produzione e commercializzazione del vino. Incominciò Domenico Bonci nei primi anni del secolo scorso, oltre che con la propria produzione, con una accurata selezione di aziende e dei relativi prodotti condotta con la sapienza del conoscitore, destinando con apprezzabile lungimiranza le partite migliori ai numerosi visitatori d’oltralpe, che mostravano di apprezzare i prodotti della terra elaborati da una fine capacità artigianale.


Dalle contrade di Cupramontana dove Bonci coltiva i suoi 26 ettari di vigna nascono e prendono nome i suoi grandi Cru. Il San Michele ottenuto da una vigna sita in contrada S. Michele, la più antica e vocata per la produzione di Verdicchio. Il Viatorre deriva da una vigna sita in contrada Torre dove è ubicata anche la cantina Bonci, dal terreno di medio impasto nasce un vino fresco e floreale. Il Manciano da terreno argilloso con venature di sabbia esposto ad est, nasce questo Cru floreale con sfumature di anice e salvia. Il Pietrone di un meraviglioso giallo dorato nasce da vigne site nell’omonima contrada.


Attualmente l’Azienda Agricola Vallerosa Bonci possiede 30 ettari di terreno, di cui 26 coltivati a vigneto specializzato per la produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico a denominazione di origine controllata. I vigneti si trovano ad una altezza media di 450 mt. s.l.m. nelle zone più vocate del territorio di Cupramontana, nelle contrade di San Michele, Torre, Alvareto, Pietrone. Il particolare microclima, l’accurata selezione delle uve, la pluriennale esperienza artigianale di vinificazione, sposata ormai ai modernissimi sistemi di vinificazione pongono l’Azienda Vallerosa Bonci in una posizione di primissimo piano nel settore di vini e spumanti.


La vendemmia, il momento del raccolto, ricco di tradizioni, di cultura, di lavoro ma anche di festa. Per l’Azienda Vallerosa Bonci è ancora un momento fatto di persone, di mani, di voci, di profumi e non di macchine. Il raccolto è il frutto di lavoro, di attesa, di gesti e di cure che si ripetono nel tempo. La lavorazione delle uve in tutte le sue fasi di pigiatura, ripulitura, filtratura avvengono con i migliori metodi e l’ausilio delle nuove tecnologie, accompagnate dalla sapiente tradizione e conoscenza tramandate di padre in figlio. Il passagio delle uve, dalla cassetta alla pressa, avviene ancora manualmente in modo tale che l’uva arrivi nella pressa intera, senza essere pigiata. L’arte di vinificare in bianco risiede nell’abilità di estrarre tutto il potenziale qualitativo dell’uva.