Abbiamo selezionato per i nostri clienti antiche ricette della cucina napoletana per assicurar loro un viaggio nei sapori di questa magica città. Il tutto in un rapporto qualità/prezzo che vi lascerà senza parole.

Selezionati tra le migliori 5 genovese di Napoli, osteria tipica nel centro storico


Uno dei modi migliori per conoscere e scoprire la cucina napoletana è sicuramente Biancomangiare - Cucina e Cantina. Situato nel centro di Napoli, nel cuore di della città, nel mercato, quelle vero e forse l'unico rimasto,quello della Pignasecca. In un quartiere dove tra l'odore del pesce e le urla dei venditori nelle loro botteghe è possibile trovare un osteria o se volete una trattoria dove mangiare bene è consuetudine e non è utopia dire che ogni piatto è fatto con amore e passione verso i clienti.


Nella cucina oltre che rispettare le tradizioni napoletane per la preparazione dei piatti, viene rispettato anche il prodotto stesso, molto spesso campano. I piatti sono davvero unici e tutti possono essere accompagnati da una buona scelta di vini, campani e non.




  BIANCOMANGIARE - CUCINA E CANTINA Vico San Nicola Alla Carita' 13
80134 Napoli (NA)
italia
0815520226
mimmovsr79@yahoo.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 11460

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Ristorante Da Mario

Specialità marinare


Menù fisso.  €50,00 ps. acqua e caffè compresi, ( vino e dolci esclusi). Su richiesta crudita', paella , astice alla catalana, menù senza glutine. 

Il prezzo può variare in base alle richieste .

Foto
ristoranti Il Castello Di Casapozzano

Abbiamo realizzato il tuo sogno più bello. Trasformalo in realtà.

Tra le bellezze e le sorprese che possono offrire i paesi della Regione Campania, immerso nei colori e nei sapori di un’antichità resistente ai tempi moderni, si erge nello splendore di un borgo medioevale, il secolare Palazzo Ducale Capece-Minutolo, comunemente chiamato, il Castello di Casapozzano.


La storia del Castello

Casapozzano o Casapuzzano è un antichissimo borgo nato a ridosso del castello medioevale.

Il nome deriva dalla particolare caratteristica del luogo: il territorio era ricco di pozzi dai quali la gens atellana attingeva facilmente acqua, poiché la falda acquifera si trovava a non più di 7 metri di profondità.

L'antico termine Putei-anum si evolve in Puctianum e successivamente diventa Casapuctianum (territorio del pozzo).


L'odierna struttura nacque come torre di guardia, in epoca longobarda e si sviluppò nella successiva epoca normanna.

Il primo nucleo del futuro castello fu eretto nel secolo XI dai fratelli Mosca, nell'ambito del sistema difensivo della Baronia, posto a guardia dei possedimenti terrieri.


In epoca Angioina il feudo di Casapuzzano fu di proprietà di Isabella Filangieri della Berlingeria de Sangro e, successivamente, vide avvicendarsi, quali Signori di Casapuzzano, i Capece Minutolo, i Magliulo e la famiglia Bozzuti.

Nel 1378 il sito, ritornato in eredità ai Capece Minutolo, fu restaurato a cura del Cardinale Enrico Capece Minutolo, Arcivescovo di Napoli. La memoria di tale evento è preservata da una lapide marmorea che ne riproduce le fattezze, posta dopo il ponte elevatoio che permette di oltrepassare il fossato.


Alla fine del secolo XVIII, Vincenzo Capece Minutolo, rompendo ogni tradizione, sposò una discendente di un nobile casato irlandese, Alicia Higgins. La giovane sposa modificò l'antico maniero medioevale trasformandolo nell'attuale palazzo, arricchendolo con cornici, stemmi e con i comignoli, tipici dell'architettura inglese del '700.

Alicia Higgins, pur contaminando lo stile del Castello con il gusto artistico della sua terra, non eliminò i segni caratteristici di origine medioevale, quali il fossato e la cinta muraria.


Ferdinando Capece Minutolo, figlio della coppia che ha reso il Castello così come oggi lo ammiriamo, completò definitivamente il complesso nobiliare e, per dare ordine al feudo, urbanizzò l'ambiente circostante.

Il complesso nobiliare è stato acquistato dagli eredi della famiglia Del Balzo, i quali ne divennero proprietari a seguito del matrimonio fra Clotilde Capece Minutolo di Bugnano dei Duchi di Miranda e Giovanni Battista Del Balzo, Duca di Caprigliano.


Di particolare interesse storico è la lapide che tuttora si trova nell'ingresso principale, che ricorda il pedaggio imposto ai passanti in epoca longobarda.

Foto
ristoranti Novantiqua

Novantiqua è abbandonarsi alla buona cucina e al buon bere.
Sono le materie prime della nostra terra e del nostro mare.
Bevenuti nella nostra storia.

Le storie da raccontare sono quelle che vedono protagoniste le emozioni e parlano di piccole cose in cui
è facile ritrovare una parte di sé.

Ad essere di casa, nella storia di Novantiqua, è la passione.
Quella che ti proietta in avanti,
che delinea il percorso,
che porta al sacrificio ma anche all'ultimo sorriso sincero prima di prendere sonno.

Novantiqua nasce da quelle ore di sonno lasciate per strada, preferendo a loro quella voglia di crescere e di diventare grandi, che a Dicembre del 2017 ha visto il suo primo frutto:
la nostra apertura.

È una storia che racconta delle emozioni di due ragazzi, Alessandro e Daniel, e del loro desiderio di trasmetterne di nuove attraverso
Novantiqua - un luogo, il nostro, in cui abbandonarsi alla buona cucina e al buon bere.

È ricerca, studio, dedizione.
Sono le materie prime della nostra terra e del nostro mare.
È la voglia di affacciarsi al
nuovo mondo con la consapevolezza
di chi, durante il viaggio, conserva sotto al cuscino le coordinate della propria casa.

Foto
ristoranti Ristorante Pizzeria Casanova

Seit 2000 in Freiburg im Breisgau.


Chevalier de Steingalt, italien. Abenteurer, Frauenheld, Reisender, Lotteriedirektor,
Bibliothekar und Schriftsteller, geboren am 2. April 1725 in Venedig, gestorben am 4. Juni 1798.
So, oder ähnlich liest man es im Lexikon.


Berühmt berüchtigt wegen seiner Flucht aus der venezianischen Bleikammer und seiner umfangreichen Memoirien. Bei Letzteren weniger wegen ihres hohen kulturhistorischen Wertes, den sie wirklich haben, sondern wegen ihrer frivolen und erotischen Abenteuer.


Was hat eine Ristorante mit Casanova gemeinsam?


Nun zu einen möchten wir Sie natürlich mit unseren italienischen Spezialitäten
verführen und verwöhnen.
Zum anderen befindet sich das Ristorante in einer alten, Weinstube mit einer gewölbten Holzdecke,und grosser Auwahl an Weinen, in der sich Giacomo Casanova sicher wohler gefühlt hätte, als in seinem Verlies.