La nostra visione di pasticceria siciliana si sviluppa con l'ingresso in famiglia delle nuove generazioni, in un clima di innovazione e nel rispetto della tradizione. La pasticceria a km 0 è il nostro cavallo di battaglia, avendo a disposizione materie prime di primissima qualità.


La nostra azienda è stata fondata nel 1987 a Castrofilippo, un piccolo centro a pochi chilometri dalla Valle dei Templi di Agrigento, un territorio ricco di storia e di sapori unici e caratterizzato da una tradizione pasticciera millenaria. Da Castrofilippo l’azienda ha raggiunto tutto il mondo, senza mai “spostarsi”  fisicamente, perché fortemente legata al proprio territorio.


La volontà di mantenere la propria sede nel luogo di origine, nonostante gli oltre trent’anni di attività, è stata dettata dalla consapevolezza di trovarsi al centro di una regione la cui tradizione pasticciera forse non ha eguali nel mondo.

La pasticceria a km 0 è il cavallo di battaglia dell’azienda, che ha a sua disposizione materie prime di primissima qualità e non avrebbe mai potuto offrire le medesime sensazioni al palato se fosse nata in un luogo diverso.

Ciò che ha permesso alla nostra azienda di crescere e affermarsi negli anni, è principalmente l’educazione e il rispetto verso il cibo che papà Salvatore ha trasmesso ai suoi figli.

Gustare i prodotti della pasticceria Taibi non è solo un’esperienza di gusto, ma è come trascorrere una giornata tra le campagne, con le note dolci che si percepiscono nell’aria date dai fiori di zagara, dagli albicocchi e dagli altri alberi da frutta, che rappresentano la fonte principale delle materie prime utilizzate per la produzione dolciaria.

Questa esperienza è emozionale ed originale allo stesso tempo, grazie alla continua ricerca che la pasticceria Taibi dedica ai propri prodotti rinnovandosi giorno dopo giorno grazie alle nuove generazioni. Creatività, sincerità, autenticità, sono alla base di questo percorso di innovazione.





  BAR PASTICCERIA FOOD & DRINK FLLI TAIBI Viale Bonfiglio
92020 Castrofilippo (AG)
italia
0922829681
maurizio.taibi@gmail.com

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 9678

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
pasticcerie Pasticceria Edoardo Di Nasini Annarosa e Rico Silverio

Pasticceria d'Artista_Di Nasisni Annarosa e Rico Silverio_a Petrignano di Assisi dal 1905

Foto
bar Gran Caffe' Pasticceria e Cremeria Buonarroti

La tradizione del dolce a Milano

Dal 1920 a Milano


La pasticceria Buonarroti nasce nel 1920 in Milano nella via omonima, in una zona fortemente influenzata dall’architettura parigina e nobilitata nel 1923 dalla costruzione in Piazza Piemonte di due palazzi gemelli, per l’epoca assai arditi tanto da essere denominati grattacieli.


Nel 1920, nell’omonima via dallo stile parigino Belle Epoque, viene fondata la Pasticceria Buonarroti e la città di Milano si arricchisce di un locale unico e raffinato.

Nata come latteria, diventa presto un punto di riferimento grazie alla freschezza dei prodotti provenienti dalle campagne circostanti.

Il titolare Francesco Gavioli, uomo lungimirante e innovatore in una Milano a cavallo tra le due guerre, introduce un nuovo prodotto: il gelato artigianale.

Le coppette di gelato artigianale, prodotto nato in America solo pochi anni prima, vanno a ruba per il passeggio e il locale decide di assumere il nome di Cremeria Buonarroti.


Dopo la seconda guerra mondiale, la Cremeria Buonarroti fa un ulteriore passo nel mondo della pasticceria di Milano allargando la sua attività ai prodotti da forno. Francesco Gavioli, insieme ai figli Aldo e Adriano, inizia così a deliziare la propria clientela con torte e pasticcini.

La fisionomia del locale mantiene il suo stile e la sua struttura ma l’offerta si arricchisce interpretando la nuova consuetudine dell’aperitivo a Milano e con la costruzione di un déhors per ospitare i clienti durante la bella stagione.


Nel 2013 la storica pasticceria a Milano vede entrare in scena Giorgio Canelli insieme alla moglie Nadia. L’imprenditore di successo nel settore turistico e chimico prende in gestione la Cremeria Buonarroti, che diventa Pasticceria Cremeria Gran Caffè Buonarroti, e corona il sogno di ridare lustro e prestigio ad un punto di riferimento per la pasticceria a Milano e per il gelato artigianale.





Foto
pasticcerie Golosita' Grassellini

Da noi trovi di tutto, per ogni gusto


La qualità è il nostro primo pensiero


Panificio pasticceria caffetteria per viziati in ogni modo
Passate a trovarci!

Foto
pasticcerie Panificio Pasticceria Camilloni e Belardinelli

Torta del Perugino: le origini.

La torta del Perugino ha origini antiche.
In passato era usanza prepararla durante la Settimana Santa per poi consumarla il giorno di Pasqua.
Oggi la preparazione della torta è uscita dai confini del rito religioso e viene preparata e consumata quotidianamente.


Il Panificio Camilloni e Belardinelli, da oltre 40 anni, prepara la Torta del Perugino secondo la ricetta tradizionale usando solo i migliori ingredienti.


La tradizionale cottura in vasi di coccio dei mastri fornai, si tramanda da padre in figlio da ben tre generazioni.

Il nome della torta si deve a Pietro Vannucci, detto "il Perugino" che nacque proprio a Città della Pieve.
Qui ancora oggi la torta viene preparata con gli ingredienti sani e tipici della zona con l'aggiunta di un ingrediente segreto che la rende unica.


Sono anche l'esperienza dei mastri fornai nella lievitazione e lo speciale recipiente in coccio fatto a mano da un artigiano locale esclusivamente per il panificio a rendere inimitabile la Torta del Perugino.

La Torta del Perugino è speciale anche nella forma: lievemente stretta in fondo e più larga in cima, durante la lievitazione forma quel cuoriso cappello, appena debordante che è il segno distintivo e marchio fedele della torta del Panificio Camilloni e Belardinelli.


Sublime, soffice e profumatissima

Ottima mangiata anche da sola, la Torta del Perugino si accompagna a salumi tipici umbri come capocollo e salame.
Gustosissima anche con la finocchiona toscana, si può apprezzare, come nella tradizione gastronomica pasquale, accompagnata a uova sode.


Ottima con salse come la capricciosa o la salsa ai funghi.


La torta del Perugino, con suo sapore unico, si presta a tantissimi abbinamenti.