Abbadia Ardenga, cantina storica del brunello di Montalcino, Ú un'azienda davvero particolare e assolutamente meritevole di una visita per il suo fascino, oltre che per i suoi prodotti.



Abbadia Ardenga ha storia molto antica, infatti la proprietà un tempo apparteneva alla potente famiglia dei Piccolomini, tra i cui componenti ci fu anche un Papa, Pio II che fece costruire la città di Pienza, capolavoro del Rinascimento.

Da sempre Ú stato forte il legame fra terra e vino. Lo storico Giovanni Antonio Pecci, nei primi del secolo XVIII, in una relazione per il Granduca di Toscana, descrive la locazione dell'odierna cantina così 'su di un poggio di facile accesso tutto coltivato a viti e olivi si trova il piccolo castello'. Nel 1902, Abbadia Ardenga riceve il primo importante premio per i vini da pasto affinati oltre l'anno, dedicato alle aziende che già esportavano fuori dall' Italia. L'azienda odierna si rinnova nel 1934 con l'aggiornamento del proprio Statuto

Passato il 'non facile' periodo delle guerre, l'azienda diviene proprietaria di altri terreni dove continua a produrre uva da trasformare in vino ed a coltivare oliveti che danno vita ad un olio extravergine tipico dal sapore intenso e piccante. Inoltre produce grano, orzo, girasole e leguminose .

La Tenuta Ú formata da 2 nuclei separati nel comune di Montalcino per un totale di 650 ettari. Solo dieci sono riservati ai vigneti. Viene coltivato con dedizione solo un vitigno, il Sangiovese, che da origine a 40.000 bottiglie all' anno, suddivise tra Brunello di Montalcino docg ( Brunello di M. Vigna ), Rosso di Montalcino doc ( Sangiovese grosso ) e l' Ardengo Rosso igt ( Sangiovese di colore rosso brillante ).

Potrebbero produrre molte più bottiglie ma per la filosofia, incentrata sull' alta qualità,hanno stabilito di ridurre la produzione di uva per ettaro a circa seimila chilogrammi, ben al di sotto dei settemila, imposti dal disciplinare di produzione del consorzio del Brunello.

In un piccolo lembo di terra vengono coltivate uve bianche, con le quali si producono circa 600 bottiglie di Sant' Antimo Vinsanto doc all' anno.

  ABBADIA ARDENGA IL POGGIO VIA ROMANA 139
53024 Torrenieri (SI)
italia
0577834150
info@abbadiardengapoggio.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 641

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
panetterie Panetteria Baldini
Qualità e cortesia per passione!

Baldini GastroPane
Punto vendita a Montiscendi di Pietrasanta 55045, Versilia, Toscana

tel. 0584/799103 mail. gastropanebaldini@gmail.com

Baldini GastroPane
Punto vendita a Ripa di Seravezza 55047, Versilia, Toscana

tel. 0584/768905 mail. gastropanebaldini@gmail.com 


Baldini GastroPane
Laboratorio di gastronomia e pasta fresca con punto vendita a Pietrasanta 55045, Versilia, Toscana

tel. 0584/80382 mail. gastropanebaldini@gmail.com 


Baldini GastroPane
Panificio e pasticceria con punto vendita a Montignoso 54038, Toscana

tel. 0585/349382 mail. gastropanebaldini@gmail.com

Foto
Mangiare e Bere La Kayanera

Bar & Grill


L' autenticità di un vero percorso gastronomico, l'emozionante intrattenimento nell'antro della carne assolutamente di grande qualità.

Foto
pasticcerie Le Mille Voglie Di Zippo Giuseppe

Bar • Pasticceria • Gelateria • Rosticceria

A due passi dal centro storico di Specchia (uno dei borghi più suggestivi d'Italia), Le Mille Voglie propone ogni giorno quanto di meglio la tradizione pasticcera salentina è in grado di offrire. Una tradizione sempre in "evoluzione", perseguita e curata in ogni dettaglio dal Pastry Chef Giuseppe Zippo, da apprezzare in un moderno e confortevole locale dotato di ampio giardino attrezzato. E' il luogo ideale dove consumare la prima colazione, prendersi una pausa caffé o ritrovarsi in compagnia per gustare uno sfizioso aperitivo o ancora per ordinare torte di ogni genere, pasticcini e ricchi buffet per ogni occasione.


Lo Chef Giuseppe Zippo

Con le mani in pasta già dall'età di 8 anni, Giuseppe Zippo viene mandato "a bottega" per imparare un'arte. Emozionato e felice di buttare le mani nella farina, non vedeva l'ora di tornare da scuola per potersi recare "al lavoro". Preferendo quindi al telecomandino della Play Station la sac a poche, capisce subito cosa volesse fare da grande.

Finita la scuola dell'obbligo, intraprende gli studi nella scuola alberghiera dove si diploma con ottimi risultati. Non perde tempo e parte subito in Egitto per un corso di formazione presso Domina Coral Bay a Sharm El Sheik. Torna nella sua terra come aiuto pasticcere in una nota pasticceria della sua zona. Si trasferisce a Firenze presso Pasticceria Nannini con il ruolo di pasticcere. Carico di esperienza ma con la sua terra sempre nel cuore, torna a Specchia, dove coronando il suo sogno, decide di acquistare la pasticceria che aveva visto muovere i suoi primi passi.All'età di 19 anni, insieme a Federica, allora fidanzata e ora moglie e collaboratrice, alla presenza di parenti e amici e alcuni curiosi, il 12 Aprile 2003 da inizio a quella che sarà la sua attività. Dal primo giorno i clienti sono entusiasti e soddisfatti di ciò che il giovane pasticcere mostra in vetrina e il sempre maggior numero di clienti lo porta ad incrementare lo staff.

Nel 2014 il locale che lo ha visto crescere non gli bastava più e decide di fare il grande passo trasferendo la sua attività in un nuovo locale, a due passi dal centro storico del Borgo di Specchia con un'ampia e moderna sala e un giardino all'esterno dove poter ospitare un numero maggiore di clienti. La continua crescita delle richieste hanno portato lo chef ad un ulteriore aumento del personale, sia in sala che nel suo laboratorio artigianale e dell'attrezzatura sempre.

La prerogativa di Giuseppe è sempre stata l'eccellenza. La scelta delle materie prime di altissima qualità e il confronto con i più importanti maestri di fama sia nazionale che internazionale lo hanno portato il 17 Settembre 2016, a Milano a ricevere dalla giuria presieduta dal Maestro Iginio Massari, il prestigioso titolo di I° Classificato Miglior Panettone Artigianale d'Italia.

A conferma della sua bontà, il panettone si aggiudica, il 20 Novembre 2016 (nell'ambito del concorso Una Mole Di Panettoni), il titolo di I° Classificato Panettone Artigianale Scuola Piemontese.Con un dolce ispirato al suo Salento, nato dal felice incontro di ingredienti quali fichi, mandorle e olive dolci, Perla Nera, conquista a Rimini, il 21 Gennaio 2017, il titolo di I° Classificato Miglior Dolce Debic Italian Style.

Foto
panetterie Antico Forno Brillo Dal 1880
Il Panificio da più di cento anni ad Albano Laziale