Parmigiana Mon Amour

melanzane-trifolate

Si dice che siano stati gli arabi a portare le melanzane in Europa, che le Americhe ci abbiano donato i pomodori e che i siciliani abbiano completato il miracolo aggiungendo mozzarella parmigiano e basilico, creando così  l’alchimia che dà origine a quella che conosciamo oggi come Parmigiana di melanzane. Per me, più semplicemente, la parmigiana è stata inventata dal Consiglio supremo di tutte le nonne del mondo e ognuno la fa come la (propria) nonna insegna, stop.

Il primo ingrediente è senz’altro la pazienza, il secondo è la voglia di lavare di tende che nonostante la vostra maestria in termini di frittura s’ impuzzeranno e il terzo, quello più importante è la gioia; sì la gioia perché la parmigiana è un piatto allegro da mangiare in compagnia in una tiepida domenica di fine febbraio, così poi si va a fare una passeggiata dopo pranzo, giusto per smaltire…

Allora, iniziamo: tagliate a fette di un centimetro circa le melanzane, ed appoggiamole su un canovaccio pulito così da assorbire l’umidità, a parte, prepariamo una pastella con uova, farina , birra e sale; immergiamo le melanzane nella pastella e friggiamo in abbondante olio di semi;facciamo assorbire l’olio in eccesso con della carta assorbente.

A parte prepariamo un sughetto di quelli profumati; con lo scalogno, i pomodori rossi a grappolo, il basilico, sale e olio extravergine d’oliva, una grattata di pepe nero.

A questo punto cominciamo a stratificare melanzane, pomodoro, mozzarella fiordilatte e parmigiano fino a riempire una bella pirofila da portata, a questo punto infilatela nel forno a 180° e aspettate 25-30 minuti per una perfetta gratinatura, avrete il tempo di apparecchiare, stappare un buon vino per il brindisi domenicale e tirare fuori il semifreddo dal frigo (che avete precedentemente acquistato alla pasticceria all’angolo perché mica possiamo fare tutto noi!), sporzionate e buon appetito!

Gli ingredienti della mia parmigiana (per 4 persone) sono:

 

  • 2 melanzane nere lungheParmigiana Mon amour

per la pastella

  • 2 uova
  • 200gr di farina
  • 200 ml di latte intero
  • un pizzico di sale
  • olio di semi di girasole

per il sugo

  • 5/6 pomodori a grappolo di medie dimensioni
  • un filo d’olio EVO
  • 4 foglie di basilico fresco
  • uno scalogno
  • sale e pepe q.b.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *