Fra yoga e ricordi del passato rurale, torna in Puglia Divingusto

divingusto-martina-2015
Martina Franca (Taranto) – Sullo sfondo le luci dell’antica via che conduce ai pittoreschi trulli Alberobello e in tavola le profumate leccornie della tradizione locale come la Zampina di Sammichele e le polpette di uova della Valle d’Itria, nonché le immancabili orecchiette fatte a mano.
E’ ormai alle porte la settima edizione di Divingusto, l’elegante festa in campagna che celebra all’insegna dei principi dello slow food la riscoperta dei sapori della Puglia, attraverso l’esaltazione dei piatti della tradizione e della cucina contadina.
Dal 26 al 28 giugno, l’ambiente raccolto e tranquillo di un’antica azienda agro-silvo-pastorale, la Masseria Mangiato, ospitera’ il tradizionale appuntamento dove storia, cultura, passione, identita’ intessono il proprio legame d’amore con il territorio.

trulli
La kermesse – sostenuta da Ideashow con le associazioni culturali Pantarei e Con. Carpari – fara’ rivivere le eccellenze pugliesi in una suggestiva atmosfera che ci riporta indietro nel tempo, tra degustazioni di prodotti tipici e rievocazioni di antichi mestieri, simboleggiati da una vecchia mietitrebbia rispolverata e riattivata per l’occasione.

Non mancheranno nei tre giorni di festa musica popolare dal vivo, spazi creativi e ludici per i piu’ piccoli e incontri-confronti tematici di approfondimento; si strizzera’ l’occhio anche all’oriente, con percorsi benessere dedicati alle tecniche dell’Hatha e Nidra yoga.

I numeri registrati nelle precedenti edizioni la dicono lunga sul valore e gradimento di questa manifestazione: 300mila visitatori, 50 chef operanti sia a livello locale che internazionale, 100 ore di live food, 139 aziende presenti, 21.500 bottiglie di vino aperte, 500mila assaggi.

Per maggiori informazioni: www.divingusto.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *