Il volo fra le stelle di Samantha Cristoforetti, un sogno diventato realtà

samantha_spazio
Dopo il lancio di ieri sera alle 22.01 dalla base aerospaziale di Baikonur in Kazakistan, l’attracco della navetta Soyuz è avvenuto regolarmente stamani mattina poco prima della 4 italiane, realizzando il sogno di Samantha Cristoforetti, che è di fatto la prima donna italiana ad avventurasi nello spazio.

“E’ molto meglio di come me lo sognavo” ha esclamato commossa e felice dopo un viaggio durato 6 ore, cedendo all’emozione quando ha potuto ascoltare in cuffia la voce della madre.
“Quando siamo arrivati alla Stazione spaziale internazionale (ISS) – ha proseguito la 37enne di origine trentina – era il momento perfetto per vedere i pannelli solari colorati di arancione. È stato stupendo”.

Il drappello di astronauti decollati dal Kazakistan, di cui fanno parte anche il comandante russo Anton Shkaplerov e l’americano Terry Virts, si è dunque unito ai colleghi che li aspettavano in orbita: il comandante Barry E. Wilmore della Nasa e i russi Aleksandr Samokutyayev ed Elena Serova.

colleghiPrime immagini dell’Ing. Cristoforetti in orbita, calorosamente accolta dall’equipaggio internazionale

C’è grande entusiasmo a bordo“, ha raccontato la nostra connazionle in collegamento diretto.
Comincia così la missione Futura, la seconda di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Le riprese della partenza della navetta Soyuz:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *