Un fresco look da Expo per la Stazione Centrale di Milano

restyling_milano1
Milano
si tira a gran lustro preparandosi ad accogliere a dovere i flussi turistici che a breve la prenderanno d’assalto in occasione dei sei mesi dell’Esposizione Universale in programma dal 1 Maggio al 31 Ottobre 2015.
Dopo mesi di discussioni, è infine stato presentato il progetto definitivo delle barriere in vetro con funzione antiborseggio che regoleranno l’accesso ai binari della Stazione Centrale;  le sovrintendenze hanno espresso il via libera in quanto l’intervento strutturale s’inserisce nel pieno rispetto dello stile architettonico generale della struttura, armonizzandosi dunque con la linea e i materiali costituenti la “hall”.

La barriera antiborseggi (che ha scalzato la proposta di tornelli elettronici) sarà collocata all’altezza dei cartelloni luminosi indicanti gli orari di arrivi e partenze, a protezione di una delle aree più sensibili, terreno usuale di depredazione per mariuoli dalla mano lunga.
Ad assicurare ulteriore presidio sarà poi deputato il personale delle Ferrovie, potenziato da circa 50 unità in più.

restyling_milano2
La stazione sarà dunque in grado di presentare il proprio look rinnovato giusto in tempo per l’Expo entro il primo maggio 2015, come ha annunciato Franco Fiumara, direttore centrale della protezione aziendale di Grandi Stazioni.

Ma le trasformazioni non terminano qui.
L’intervento di restyling investirà anche gli spazi esterni: “la galleria delle Carrozze“, ovvero quell’area attualmente desolata che da piazza Duca d’Aosta conduce alla Stazione, ospiterà un’imponente struttura in vetro e acciaio, recante la firma dello studio Giugiaro di Torino, destinata a negozi orlati da tavolini open air per il ristoro e l’intrattenimento dei turisti in transito.

Un apposito bando di prossima pubblicazione sancirà le attività commerciali che potranno usufruire di questa vetrina; è facilmente prevedibile che in lizza accorreranno le grandi case della moda, considerata la location privilegiata.

milano-centrale-oggi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *