Roma caput mundi dell’High-tech, genialità e nuove frontiere digitali per l’Innovation Week

NAO-Robot
Per un’intera settimana, dal 27 settembre al 5 ottobre, Roma verrà presa d’assalto da esperti e protagonisti mondiali nel campo dell’innovazione tecnologica per cimentarsi nell’esplorazione delle ultime frontiere della rivoluzione digitale.

Promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata da Asset-Camera, The Innovation Week offrirà un vivace programma denso di dibattiti, workshop e forum con temi che spaziano dall’Open Hardware fino alla Social Innovation, dalla Sharing Economy Open Data al Social Impact Bonds.

Fra i 100 oratori che si passeranno il testimone nelle varie conferenze spiccano nomi di fama internazionale quali lo scrittore di fantascienza Cory Doctorow, l’astronauta Samantha Cristoforetti, prima donna italiana ad essere selezionata negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea , l’artista cyborg Neil Harbisson, noto per la sua abilità estesa di ascoltare i colori e percepirli al di là delle possibilità della visione umana, e l’ingegnere/matematico britannico Adrian Bowyer, il guru della stampa 3D declinata in chiave Open source.

Neil Harbisson cyborgist
Il compositore Neil Harbisson, provvisto del suo sensore oculare eyeborg

Come gran finale della manifestazione seguirà poi, dal 3 al 5 ottobre, la seconda edizione europea di Maker Faire Rome, la più importante fiera dedicata al digital manufacturing e ai cosiddetti “artigiani digitali”, che lo scorso anno hanno strabiliato una folla di 35 mila curiosi di tutte le età con il frutto del loro ingegno.

Questa volta nel mega villaggio di oltre 70mila metri quadrati allestito nella principesca cornice dell’Auditorium Parco della Musica saranno messe in evidenza 600 invenzioni provenienti dai quattro angoli della Terra.

Alcune anticipazioni fra le più particolari: Printer Drones, la cuffia che consente di guidare con il pensiero, Adam, il robot maggiordomo che si prende cura del comfort dei padroni di casa, Chimaera, lo strumento sonoro che produce una musica extraterrestre, SolarMachine, la macchina per cucinare che impiega i raggi del sole.
Molti ne sorrideranno o storceranno la bocca, ma in tempo di piena social-mania non poteva mancare Fonie, il phon per realizzare dei selfie perfetti, scattando foto in sequenza mentre ti asciughi i capelli.

Un spazio importante sarà dedicato ai bambini ed ai ragazzi che potranno impazzare nell’area Kids di 2000 mq appositamente pensata per loro per entrare in contatto con il mondo Hi-tech, partecipando concretamente alla realizzazione pratica di videogiochi, video musicali e robot.

fiera-maker-romaUn momento dell’edizione 2013 della Maker Faire

L’obiettivo più ambizioso atteso dal binomio di eventi, oltre alla condivisione del sapere e della tecnica, è di stabilire un punto fermo di contatto fra autori e finanziatori, in previsione di una notevole ricaduta in termini di sviluppo economico.

Il curatore e  giornalista Riccardo Luna ha infatti affermato: “Dobbiamo sfruttare questa manifestazione per dimostrare che innovazione e digitale non sono solo concetti astratti o per pochi eletti, bensì strumenti alla portata di tutti di un’industria che crea posti di lavoro e piccole-medie imprese”.
Il futuro del terzo millennio ci aspetta dietro l’angolo.

Per maggiori informazioni: www.makerfairerome.eu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *