“Original Pizza”: quando la pizza diventa una vera e propria arte!

veg

Varese – Anni di insegnamento presso l’Accademia Italiana dei Pizzaioli non sono uno scherzo, e Maurizio Passannante e’ certamente serissimo quando si tratta di pizza! Insegna agli aspiranti pizzaioli le caratteristiche e i diversi tipi di lavorazione degli innumerevoli tipi di farina, che sono molti di piu’ di quello che comunemente si pensa!
La “Pizzeria Original” propone alcuni di questi, ma il piu’ particolare e’ quello ideato e brevettato da Maurizio stesso, l’impasto original! Si tratta di un mix di farina 00, grani antichi e farina di soia a cui non viene aggiunto nessun lievito, cosa che rende il prodotto finale croccante ed altamente digeribile, ideale quindi per gli stomaci delicati!

10154228_297284137138251_4035532067337623249_n

Dopo aver girovagato per l’Italia e l’Europa ed aver acquisito tutta l’esperienza necessaria, Maurizio si e’ stabilito a Varese con le sue tre sedi di “Pizzeria Original“.
Qui prepara instancabilmente pizze di ottima qualita’, fatte con amore, pazienza e con tutti gli accorgimenti possibili.
Gli ingredienti delle pizze “Original” seguono una filiera trasparente, tutta italiana e scrupolosamente selezionata dallo stesso Maurizio.
La farina proviene da uno dei mulini di Varese, ormai fidato fornitore di “Pizza Original”, la mozzarella dai caseifici in zona, mentre prosciutti, salsicce e carni sono reperiti da un agriturismo in cui il bestiame e’ allevato e macellato: insomma, il percorso e’ breve ed i prodotti finiscono direttamente nella cucina della pizzeria!
La pizza deve piacere… ma anche fare bene!
Che dire dunque di chi non la puo’ mangiare a causa della celiachia? Con la sua esperienza in quanto a farine, Maurizio ha pensato anche a questo: accanto alla cucina ma senza che vi entri in contatto, la pizzeria presenta una zona sterilizzata in cui la pizza viene realizzata da cima a fondo, sotto l’attenta supervisione del pizzaiolo che si adopera in ogni modo affinche’ non avvenga alcuna contaminazione. Inoltre Maurizio utilizza farina di soia rossa, che contiene glutine per lo 0,05%: macinata a pietra, il sapore e’ quasi lo stesso della pizza napoletana, ed e’ un’ottima soluzione per chi e’ celiaco di poter guastare il vero sapore della pizza.

stivale

Maurizio è stato ed è tuttora vincitore di numerosi premi e concorsi: la pizza “Nonno Antonio”, ispirata a suo padre, gli e’ valsa più volte il primo posto: si tratta di una pizza bianca (condita con bufala o mozzarella normale), carpaccio di pesce spada affumicato, pomodoro pachino, rucola di campo e olio extra vergine al limone. Una vera delizia da provare!

pesce

L’esperienza che piu’ lo ha segnato risale ad anni fa quando, cominciato il suo giro dello Stivale per raccogliere esperienza, Maurizio ha lavorato per un’antica pizzeria di Napoli.
Il titolare, tale signor Antonio di ben 92 anni, non mangiava piu’ pizza da tempo! Ma quando Maurizio ha voluto il suo parere per una delle sue creazioni, il signor Antonio ha riscoperto il gusto della pizza: << Se non e’ di Maurizio, non la mangio! >>
Un artista della pizza sempre disposto a sperimentare nuove soluzioni, strenuo ricercatore di novita’ e curiosita’: con lui il vostro palato e’ in buone mani!

frutti mare

ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n. 6848

 

Save

Save