Napolitano: La ripresa parte dalle PMI

industria_manifatturiera_operaio_web--400x300

In momenti di grave difficoltà è emersa con forza la capacità di tenuta offerta dalle piccole e medie imprese e dall’artigianato, grazie alla volontà e capacità di impostare strategie innovative in spirito di collaborazione e condivisione con tutte le altre imprese del settore. Un particolare apprezzamento merita infatti la originale e positiva esperienza di Rete Imprese Italia, alla cui realizzazione la Cna ha fornito un importante, convinto contributo.

Con queste parole il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ringraziato gli sforzi fatti sino ad ora, in occasione dell’Assemblea annuale della Confederazione Nazionale dell’Artigianato (Cna) e della Piccola e Media Impresa.

I consumi in Italia presentano qualche modesto segnale di recupero che però non è sufficiente a segnare un’inversione di tendenza per una domanda che rimane ancora lontana dai livelli pre-crisi e che da sei mesi mostra un andamento alternato. Questo il quadro che emerge dall’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) che segnala, a settembre, una diminuzione dell’1,6% in termini tendenziali e una crescita, dopo la flessione di agosto, dello 0,4% in termini congiunturali.

La ripresa, come molti esperti de settore affermano, deve essere accompagnata da un supporto agli incentivi da parte del governo nazionale. Seguendo questa logica il Ministero dello Sviluppo Economico ha inaugurato una nuova stagione di incentivi per le PMI in Italia, promuovendo attraverso lo stanziamrnto di fondi – pari a 110 mln – numerose iniziative imprenditoriali.

L’iniziativa ha da subito riscosso un grande successo tra gli addetti ai lavori. Infatti, al termine del primo giorno, sono stati richiesti già 37 dei 110 milioni di euro disponibili per gli incentivi a sostegno delle domande finalizzate a obiettivi di efficienza energetica, eco compatibilità e di miglioramento della sicurezza sul lavoro. Lo annuncia in una nota il Ministero dello Sviluppo Economico (MSE).

In particolare, spiega il MSE, i settori trainanti sono stati: Macchine agricole e movimento terra: oltre 3.400 richieste, per un importo prenotato di 22 milioni di euro (+ 110%); Nautica: circa 700 richieste tra motori fuoribordo e stampi per nuovi scafi, per un importo di 14 milioni di euro (+70%); Motocicli: circa 1.300 motocicli, per un importo di circa 1 milione di euro (+ 7%); Cucine componibili, per un importo di 450 mila euro (+3,2%). Il totale degli incentivi erogati a consumatori e imprese dallo scorso maggio ad oggi ammonta a 240 milioni di euro, per 975.000 contributi complessivi . Informazioni e modalita’ di accesso agli incentivi sono disponibili all’indirizzo web: http://incentivi2010.sviluppoeconomico.gov.it.

REDAZIONE EccellenzeItaliane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *