Giusafra, tutto il sapore della Sicilia in un barattolo

vigneto-panorama

Fra le campagne lussureggianti di una Sicilia punteggiata da rocce vulcaniche, all’interno di uno scenario dominato dalla maestosità dell’Etna, presso Belpasso in provincia di Catania si sviluppa la realtà imprenditoriale della famiglia Piana.
Una squadra affiatata costituisce l’anima di questo polo di riscoperta culturale improntata ai valori dell’amore per le tradizioni e della passione per un lavoro nobile, quello della terra, da sempre imprescindibile radice del sostentamento umano.

Il sig. Salvatore è uno di quei manager instancabili e sempre in movimento, memore d’aver affrontato e vinto tante sfide, non ultima quella di mettersi in gioco andando incontro all’avvento mondiale di una mentalità web-tecnologica che, a prima vista, potrebbe apparire tanto algida e distante da quel fertile humus di semplicita’ e schiettezza tipico del mondo rurale.
Oggi tutta la sua esperienza di una vita trascorsa a contatto con la natura, sulla spinta di una perseveranza tesa ad apportare innovazione, qualita’ e miglioramento continuo, e’ infusa nella sua creatura “Giusafra”, acronimo che già in se’ racchiude la forza dell’armonia che regna fra i suoi fondatori.

raccolta-olive
L’azienda presenta attualmente un’estensione di circa 8 ettari, suddivisi in coltivazioni a vigneto, uliveto e in parte minore a frutteto.
I cavalli di battaglia non possono che quindi essere olio extravergine e vino, ma affiancati da una ricca produzione dove spiccano conserve, marmellate, salse, condimenti aromatizzati, squisite creme spalmabili e sughi risultanti da una selezione certosina di ingredienti genuini e autentici, a determinare una gamma quasi interamente certificata da coltivazioni biologiche e con la virtu’ ulteriore di lavorazioni che ossequiano le ricette storiche locali.

Nel corso del tempo l’impresa agricola si e’ consolidata in una nicchia di mercato felice dove una sostanziosa quota di export fa gola a un target di consumatori d’alto profilo, a riconfermare l’attenzione e l’esigenza crescente del panorama internazionale nei confronti del Made in Sicily d’eccellenza.

olio_conf

Curiosi di saperne di più, abbiamo posto alcune domande al sig. Salvatore “Turi” Piana, che ci offre un ritratto intimo del suo percorso di crescita umana e professionale.

Sig. Salvatore, può raccontarci brevemente come ha mosso i primi passi nel settore dell’imprenditoria agricola, da chi ha tratto ispirazione, e qual’è stato il momento nella sua vita in cui ha compreso che era proprio questa la sua perfetta vocazione lavorativa?
“Non è mai semplice analizzare le proprie scelte di vita e decidere quale fattore sia stato piu’ o meno determinante.
Il lavoro che io oggi faccio credo sia il frutto di una serie di fattori che mi hanno influenzato positivamente ma che non dipendevano solo da me; una persona che senza dubbio mi ha influenzato, senza saperlo, e’ stato mio padre.
Tante volte l’ho visto alzarsi prima che il sole sorgesse per andare a lavorare la terra che amava, lo guardavo da lontano e pensavo a quanto amore per la terra si dovesse avere per fare un lavoro così faticoso.
Crescendo quella fatica l’ho provata anche io ed e’ stato in quel momento che mi sono reso conto di quanto amassi la mia terra e le mie origini, di quanto la tradizione e la famiglia contassero per me.
Credo che tutto sia nato da quella prima goccia di sudore.
Sono sempre rimasto nel settore agricolo senza mai cambiare, ormai sono 50 anni e amo la mia terra ancora di piu’ rispetto ad un tempo. Nel corso della mia vita ho raccolto competenze e studiato per poter migliorare quello che e’ stato il lavoro di mio padre, per poter ricreare la Sicilia in barattolo. Non e’ stato semplice, ma oggi posso affermare di aver raggiunto questo mio piccolo traguardo.”

Lo stesso nome portato dalla sua azienda, Giusafra, nasce come sintesi dei suoi componenti: Giuseppe, Giusi, Sara, Salvatore, Francesca.
Quanto conta e in che modo si esprime nel vostro lavoro quotidiano il valore della coesione familiare?
“Abbiamo scelto di dare il nome Giusafra proprio per rappresentare l’importanza della famiglia all’interno del nostro lavoro. Da quasi vent’anni la nostra famiglia gestisce un pub, pizzeria, ristorante lavorando con passione e umiltà, quando lavoriamo tutti insieme cerchiamo di portare sia all’interno del locale sia nella nostra azienda i valori e l’unita’ della nostra famiglia.
Lavoriamo velocemente, sincronizzandoci gli uni a gli altri e capendoci al volo con uno sguardo: siamo una squadra dentro casa e lo siamo ancora di più sul lavoro.
Siamo molto affiatati e riusciamo sempre a trovare la soluzione migliore per tutti, anche se abbiamo spesso idee diverse. Siamo una famiglia e ci vogliamo bene, e questo traspare quotidianamente nel nostro lavoro.”

Analizzando il comparto produttivo, spicca quello oleario. Dal 2009 la vostra azienda agricola provvede in loco alla molitura, secondo la tecnica dell’estrazione a freddo. Quali fattori hanno determinato questa scelta?
“Nel 2009 abbiamo affrontato la scelta di estrarre il nostro ‘oro verde’ utilizzando come metodo quello dell’estrazione a freddo. Il nostro olio e’ estratto ad una temperatura minore di 27 gradi e questo porta molteplici benefici.
La qualità del nostro olio e’ migliorata, permettendo al prodotto di sprigionare la sua corposita’ e il suo inconfondibile aroma fruttato e soprattutto notiamo la migliore conservazione del prodotto sia per quanto riguarda colore, gusto e aroma sia per come si mantengono inalterati i suoi antiossidanti naturali.”

Per quanto riguarda le coltivazioni in vigneto, Giusafra opera nell’intento di salvaguardare le varietà autoctone.
Può citarmi le principali peculiarità del vitigno Nerello mascalese e del Nerello cappuccio?
“Tendiamo sempre nella nostra azienda ad esaltare le nostre tradizioni e la Sicilia. Il nerello Cappuccio e il nerello Mascalese sono due varietà molto diffuse in Sicilia.
La denominazione ‘nerello’ deriva dall’intensa colorazione dell’uva. Questi due vitigni hanno delle caratteristiche foglie medio-grandi di forma cuneiforme, trilobata o intera.
Il loro grappolo si presenta molto compatto e di forma conico-cilindrica. L’acino, di forma sferoidale, presenta una buccia consistente di colore blu-nero; hanno un’ottima adattabilita’ alle diverse condizioni climatiche e garantiscono una produzione regolare.
Il prodotto che si ottiene facendo vinificare insieme queste due varieta’ assume una colorazione rosso rubino intenso dai profumi molto fruttati e da un’eccellente struttura gustativa senza tralasciare il fatto che, insieme, permettono la produzione di un vino elegante e di lunga durata.”

A livello di export internazionale, verso quali Paesi orientate la vostra attenzione e dove avete ottenuto i migliori riscontri?
“I nostri contatti di export oltre quelli italiani che sono senza dubbio molto gratificanti, si concentrano sulla zona europea che va dalla Francia alla Svizzera alla Germania.
Luoghi che hanno riconosciuto la bontà della tipica cucina Siciliana e la genuinita’ di quello che viene servito.
Questi paesi che hanno una tradizione culinaria molto diversa da quella italiana e nello specifico Siciliana, hanno incrementato l’acquisizione dei nostri prodotti perche’ hanno riconosciuto oltre la qualita’, dei sapori e degli odori che li hanno fatti innamorare di una terra che non hanno mai visitato ma che possono scoprire e assaporare ogni qualvolta si siedono a tavola.”

Vorrei infine che ci parlasse in particolare di uno degli altri prodotti della vostra gamma su cui in quest’ultimo periodo state concentrando in azienda le vostre energie e che vorreste maggiormente promuovere.
“Le vorrei parlare dei nostri sughi, delle nostre conserve, dei nostri rosoli e di ogni prodotto che fa parte della nostra azienda. Ma non riesco a sceglierne solo uno.
Vorrei farle un discorso piu’ ampio, un discorso che odora di terra, di sole e di mare.
Un discorso pieno di tradizione, di sapore, di profumi e soprattutto di famiglia.
Fin da piccolo guardavo affascinato mia madre che cucinava e vedevo l’amore e la passione che usava mentre, ad esempio, spezzettava il basilico fresco nella salsa appena fatta.
Mia madre cucinava qualsiasi cosa, e lo faceva con amore. I miei prodotti sono ispirati a lei, al suo modo di cucinare così semplice, paesano e tradizionale. Ma che era così buono e genuino che quando dovevamo sederci a tavola era sempre una festa.
Oggi per me aprire un barattolo dei nostri prodotti e’ rivedere mia madre e risentire quell’amore e quella tradizione che donavano un gusto unico ed inconfondibile ai piatti che ci cucinava.”

confezione
I prodotti Giusafra sono acquistabili anche online dallo store www.ideeregalitipicisicilia.com

ID Anticontraffazione di Eccellenze Italiane n.6210http://goo.gl/ajOFXd