Fabbri sbarca a Shanghai e conquista il dragone

fabbri

fabbriSe non saranno 70 milioni, tanti quanti i visitatori attesi, poco ci mancherà. Questa la previsione sul numero dei gelati italiani che verranno consumati durante i sei mesi dell’Expo di Shanghai, inaugurato il 1° maggio scorso. E tutti saranno firmati Fabbri 1905. La storica azienda italiana, nata a Bologna più di cent’anni fa, è stata infatti scelta dal Padiglione Italia per portare in Cina il più fresco dei dolci made in Italy.

Presso il ristorante italiano, cuore pulsante della cucina italiana a Shanghai che si occupa della ristorazione all’interno del Padiglione Italia, è presente un vero e proprio “angolo del gelato” in cui assaggiare il meglio dell’arte gelatiera italiana. Un dessert freddo e cremoso, rigorosamente firmato Fabbri, che è servito anche in tutti i ristoranti italiani presenti nei padiglioni dell’Expo.

E a solo un mese dall’inaugurazione dell’Expo, il successo a Shanghai del gelato italiano è già grande.

Secondo l’organizzazione dell’Esposizione Universale di Shanghai, il Padiglione Italia è uno dei sette più popolari: in occasione del soft opening, l’anteprima che ha consentito a un milione di cinesi di visitare l’Expo nei sei giorni precedenti l’apertura, è stato uno dei più frequentati. Un design ultra-moderno in cemento traforato trasparente e installazioni futuristiche si affiancano a celeberrime ricostruzioni architettoniche (inclusa la cupola del Duomo di Firenze), rendendo il padiglione italiano uno dei più grandiosi e suggestivi di questo Expo 2010.

“Portiamo con orgoglio la tradizione della gelateria italiana a Shanghai” afferma Nicola Fabbri, Amministratore di Fabbri 1905. “La nostra azienda riconferma così il suo ruolo di trend-setter nel mondo della gelateria e la portata internazionale della sua storia fatta di tradizione, ma anche di innovazione e passione”.

Sinonimo di bontà italiana in tutto il mondo, Fabbri non poteva mancare a Shanghai.
Sbarcheranno così in Cina i gusti di gelato più celebri: in testa l’Amarena, il frutto-simbolo dell’azienda, oggi anche in versione leggera nella variante Yogurt e Amarena Light. Ma non mancheranno i trend più in voga della gelateria moderna, come il Pistacchio di Bronte (la città siciliana considerata l’Eden di questo frutto dall’aroma unico) o il Cioccolato fondente.

E soprattutto le grandi novità 2010 che impazzeranno nelle gelaterie durante la stagione estiva: la Cola frizzante, fresca e scoppiettante, il Mojito, che ripropone in versione “gelata” il mitico cocktail amato da Hemingway, e il Gelso nero, must della tradizione siciliana. Fonte: NewsFood

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *