Il feltro scopre una nuova vocazione stilistica con “Farafulli”

farafulli

Amore, sapienza, unicita’, tecnica, arte: questa la ricetta delle meraviglie di “Farafulli“, magico mondo dove si creano opere d’arte su misura, in morbido e leggerissimo feltro.
“Farafulli” e’ l’esempio del fiore che sboccia nelle avversita’: e’ infatti a seguito del licenziamento che la sua ideatrice Patrizia Uzzo trova l’ispirazione e determinazione necessarie per intraprendere questa strada. L’arte nelle sue disparate forme e’ sempre stata motivo di attrazione per la sig.ra Uzzo, che tuttavia mai prima del 2013 aveva provato un cosi’ grande trasporto come quello che sperimenta quando un’amica le fa conoscere la tecnica del nuno-feltro.

arcobaleno    sciarpaacqua

Come suggerisce il nome, questa tecnica prevede l’utilizzo del feltro, stoffa – non tessuta – che si ottiene bagnando le fibre di lana cardata con acqua calda e sapone di Marsiglia, manipolandole fino ad ottenerne l’infeltrimento.
La tecnica utilizzata permette alle fibre di lana e ad altre fibre pure – come la seta – di legarsi attraverso dei processi chimici, per creare degli effetti molto particolari e, soprattutto, durevoli. A seguito di un corso specializzato in realizzazioni in nuno-feltro, Patrizia inizia il suo percorso di realizzatrice di capi d’abbigliamento: stole, scialli, sciarpe, poncho, vestiti

arcobalenochiaro

Le creazioni sono tutte caratterizzate da nuances perfettamente mescolate fra loro. Classe ed eleganza, raffinatezza e qualita’, stile e versatilita’ sono le prerogative di questa produzione innovativa. Patrizia ci confida che per lavorare il feltro servono pazienza, intuito ed un buon materiale di partenza: è infatti un lavoro manuale che richiede concentrazione e competenza, nonche’ la sua dose di energie ma che, allo stesso tempo, ripaga enormemente una volta completato il lavoro.

estate

Essendo il feltro una stoffa troppo pesante per la latitudine italiana, e’ necessario adattarlo alle necessita’ e – ugualmente importante – al gusto italiano. I capi non presentano cuciture, a parte la chiusura lampo, poiche’ il feltro si fonde letteralmente con la stoffa cui viene applicato, creando un legame irreversibile.
Le collezioni realizzate da Patrizia Uzzo seguono i colori e le esigenze delle stagioni: nonostante sembri un capo prettamente invernale, il poncho diventa l’ideale anche in estate! Infatti Farafulli ne prepara di leggerissimi, in cui la lana e’ unicamente impiegata per orlare i bordi e decorare la seta, pertanto non entra in contatto con la pelle e non arreca alcun fastidio; allo stesso modo gli scialli.
La scorsa estate Patrizia si e’ indaffarata nella creazione di una linea ispirata a pittori impressionisti ed espressionisti come Monet e Kokoschka, e si appresta a sorprenderci per l’inverno che verra’.

abito chiaro     kokoschka

Farafulli e’ la testimonianza del fatto che non bisogna darsi mai per vinti: questo e’ il messaggio che Patrizia infonde nel suo lavoro e trasmette ai suoi clienti.
Nel momento di difficolta’ un insieme di tenacia, ingegno, studio e un pizzico di ottimismo possono fare la differenza!

ID Anticontraffazione di Eccellenze Italiane n. 6738