Quag, l’interest network ‘molto italiano e molto eccellente’

Quag, l'interest network basato sui tuoi interessi

Di Francesco Pandolfi Balbi

C’erano una volta internet e il popolo dei suoi esploratori. Era l’anno Domini 1995 – più o meno – e il sottoscritto, straniero in terra umbra, armeggiava con fili, componenti elettronici e istruzioni fumose nel tentativo di trovare i propri simili in giro per internet, il territorio dei ‘pochi’.

Sì, eravamo veri pionieri, allora, e il piacere degli incontri online autentico sino al midollo.
Poi, come sempre accade, la frontiera è scomparsa, la normalità e l’ansia da profitto dilagano.
Per un romantico come me ci vogliono un minimo d’incertezza e di mistero per mantenere vivo l’interesse, quindi da parecchi anni la mia curiosità di conoscere la rete era sepolta con lapide e tutti gli ammennicoli del caso.

Fino a stanotte… Faccio un giro svogliato in Facebook e poso gli occhi su un’immagine che parla di Quag.com (segnatelo, perché poi non te lo ricordi più), primo caso di interest network tutto italiano.

Un’eccellenza italiana, appunto.
E che eccellenza!

Partiamo dalla conclusione: di botto il desiderio di condividere pensieri, costretto in pentola a pressione per anni, ha avuto libero sfogo e – io che odio la maggior parte dei social trovandoli veramente poveri, sconclusionati e noiosi – ho trascorso le ore che separano l’alba dalla mezzanotte a scrivere come un forsennato.
Perché mi andava.
Mi sentivo bene.
Avevo FINALMENTE qualcosa di utile da condividere.

Lascia perdere i miei interessi, sono quasi interamente votati alla comprensione dell’Uomo e dell’universo… In Quag.com si parla dei temi più disparati e – senti un po’ – il livello culturale è piuttosto alto, almeno per uno come me, che ha sempre schifato altri ambienti tipo quello che comincia con la effe e finisce con la kappa, nei quali non puoi certo conoscere gente nuova. Sperimentato… E nemmeno puoi parlare di quello che vuoi: se hai veramente intenzione di farlo devi crearti un gruppo o una pagina fan e sperare che qualcuno entri per magia e decida di postarci dentro la foto di un piatto di coda alla vaccinara.
No ragazzi, tenetevelo, non fa per me.

Invece… In Quag.com entri, segui le solite formalità e ti iscrivi agli argomenti. Innumerevoli.
Subito incontri un mondo di gente che discute di cose interessanti. Di fatto, mi trovo FINALMENTE di fronte i temi che cercavo da anni setacciando periodicamente Google e dintorni senza mai trovarne traccia.
Per me, stanotte, la gioia è stata immensa, un po’ simile a quella dell’Ulisse che torna a Itaca dopo vent’anni di terra straniera.

In Quag.com le cazzate non sembra interessino a nessuno. Apparentemente chi ha curiosità, grandi domande da soddisfare, o ‘quasi certezze’ da donare, sta cominciando a traslocare là.
Fa’ una prova anche tu, no? Non costa proprio nulla.
Male che vada, torni ai pettegolezzi.

Questa gente però, che ha avuto l’idea, la capacità, le risorse e la tenacia di mettere in piedi e far crescere un network così interessante, merita un ‘grazie’ almeno da parte mia.
Poi vedi tu… Secondo me questo Quag.com, un progetto tutto italiano, è un’Eccellenza vera e ho idea che ne vedremo delle belle.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *