Presenze turistiche, all’Italia la palma del primato UE

venezia-turismo
L’Italia svetta in cima all’Europa, superando agguerritissimi competitors come Francia e Spagna, per quanto concerne le presenze turistiche europee dell’estate 2014, ma questo primato risulta trainato soprattutto dagli stranieri, considerata la crisi che ancora scoraggia gli spostamenti delle famiglie italiane.
E’ quanto emerge dal rapporto di Confartigianato sull’andamento dei flussi turistici degli ultimi mesi.
Nel periodo successivo fra giugno 2014 e marzo 2015 in Italia si sono registrate 378,3 milioni di presenze, con una crescita dello 0,6% rispetto all’anno precedente.
Per quasi la metà (49,6%) si tratta di visitatori provenienti dall’estero.
Una percentuale che colloca il nostro Paese al secondo posto nell’Ue per la quota di turisti stranieri ospitati lo scorso anno.

“La crescita di turisti stranieri – sottolinea il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli – è un buon segnale per le attività imprenditoriali connesse al turismo, tra le quali operano 212.691 imprese artigiane, con una larga prevalenza dei settori dell’abbigliamento-calzature, agroalimentare e trasporti.
Dobbiamo mantenere la posizioni sul fronte dell’attrattività turistica.
Per questo vanno intensificati gli sforzi per rilanciare lo sviluppo, rinvigorire i consumi delle famiglie, restituire competitività alla nostra offerta turistica e valorizzare le eccellenze Made in Italy“.

Qualche sorpresa arriva, invece, dalla classifica delle città più visitate.
A parte il primo posto indiscusso di Venezia (9 per cento del totale delle presenze), al secondo posto si piazza Bolzano, che nei mesi estivi ha accolto il 7,7 per cento dei visitatori complessivi; Roma è terza con il 6,8 per cento, mentre in quarta posizione sale Rimini con il 4,1.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *