Lavazza aumenta gli investimenti nel mercato indiano

storia_hp

lavazza

La Lavazza ha annunciato la costruzione di uno stabilimento per la produzione di caffe’ e dei suoi derivati nell’India meridionale, al confine tra lo stato del Tamil Nadu e quello dell’Andhra Pradesh. Una strategia che in India sta portando sempre nuovi investimenti per conquistare un mercato in rapida ascesa come quello indiano.

Lavazza, il sesto gruppo di torrefazione più grande al mondo, annuncia l’apertura di un nuovo impianto in India, il primo fuori dai confini nazionali. L’azienda ha previsto di investire circa 20 milioni di euro nel complesso produttivo che sorgera’ nei pressi della nuova ”citta’ modello” di Sri City e che produrra’ caffe’ in grani, macinato e capsule da destinare alla rete di coffee shop ”Barista” acquisita nel 2007, alle macchine per caffe’ e anche alla vendita al dettaglio.

La storica azienda torinese, che già nel 2007 aveva operato l’acquisizione della seconda catena di coffe shop in India “Barista”, e di “Fresh & Honest Cafè”, ora diventa attore protagonista in un settore di mercato in rapida espansione e con un bacino di consumatori in netta crescita.

Fondata nel 1997, “Barista” è stata il pioniere della diffusione della cultura del caffè espresso in India. L’insegna contraddistingue i locali top, che si caratterizzano per un’offerta di prodotti e servizi di più alto livello. L’acquisizione di “Barista” da parte di Lavazza aveva un chiaro obiettivo di sviluppo che ha portato all’apertura di 300 locali circa, partendo dall’eccellente posizionamento premium e dalla rilevanza che Barista ha attualmente sul mercato indiano.

Questa operazione di Lavazza, inoltre, rafforza ulteriormente la proiezione internazionale del gruppo piemontese che già oggi, sui circa 900 milioni di euro di fatturato totale, ne sviluppa il 38% all’estero. La presenza di Lavazza nel mondo si articola su una rete di 8 consociate, ma l’azienda è operativa in 80 diversi paesi nel mondo attraverso distributori specializzati. I mercati che rappresentano le maggiori cifre del giro d’affari sono, oltre all’Italia, Francia, Germania, USA, Spagna e, ora, anche l’India.

Lavazza già da tempo opera nel segmento della risotorazione. L’acquisto dei coffe-bar “Barista” in India si aggiunge alla catena de “Il Caffè di Roma” (ca. 100 locali in Spagna, Portogallo, Svizzera e Italia) acquistata da Lavazza nel 1999 e pone perciò l’azienda piemontese in corsa per diventare uno dei principali competitori internazionali nel settore delle catene di locali specializzati nella somministrazione e vendita di caffè, oggi dominato dal gigante americano Starbucks.

Come sempre l’azienda affronterà questa nuova avventura guidata dai valori che contraddistinguono il business Lavazza da quattro generazioni: ovvero la conoscenza dei bisogni dei consumatori ed un’appassionata attenzione al prodotto.

EccellenzeItaliane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *