Ferrari FF: l’eccellenza italiana al volante

ferrari-ff-01

ferrari-ff-01

Ancora una volta le eccellenze italiane si contraddistinguono per innovatività e alti standard qualitativi. Ne è un esempio lampante la nuova nascitura della casa di Maranello, la Ferrari FF. Una sintesi di tecnologia e sportività per una gran turismo che rivoluziona il settore.

Il lancio della nuova FF (acronimo che sta per Ferrari Four – 4 posti, 4 ruote motrici), in concomitanza con il salone dell’auto di Ginevra (3 marzo 2011 – 13 marzo 2011), è stato un successo per diverse ragioni. In primo luogo, la nuova rossa lascia quel clichè di eleganza e sportività a sacrificio di flessibilità e adattabilità sui terreni più impervi. Questo perchè la nuova FF introduce un concetto innovativo nel settore del gran turismo: l’introduzione delle quattro ruote motrici conferisce una maggiore stabilità e governabilità del mezzo. I test svolti sulle montagne del Plan de Corones, uno dei comprensori sciistici più importanti dell’Alto Adige, hanno mostrato come la rossa di Maranello non tema il confronto con la neve, a quota 2.350 metri.

La nuova dodici cilindri di Maranello sorprende tutti. L’alta flessibilità sui terrreni più diversi è la chiave di lettura del nuovo modello, che con il suo motore V12 rende la FF una super car di primo livello.

CARATTERISTICHE TECNICHE – FERRARI FF

La FF adotta, per la prima volta nella storia della Casa di Maranello, un sistema di trazione integrale. Il 4RM (quattro ruote motrici), brevettato dalla Ferrari, riduce del 50% il peso rispetto ad uno tradizionale, mantenendo una ripartizione ideale delle masse (53% sul posteriore). Completamente integrato con i controlli elettronici di dinamica veicolo, contribuisce a prestazioni record su tutti i terreni e in tutte le condizioni, gestendo, istante per istante e in modo predittivo, la coppia applicata a ciascuna ruota. La FF è inoltre dotata delle nuove sospensioni a smorzamento magnetoreologico di terza generazione, e del più recente sviluppo dell’impianto frenante Brembo in carbo-ceramica.

Le performance sono assicurate dai 660 CV erogati a 8000 giri/min dal nuovo motore a iniezione diretta da 6262 cm3, che insieme al cambio F1 doppia frizione in posizione transaxle, garantisce accelerazioni elevatissime (3,7 sec lo 0-100 km/h). Il miglior rapporto peso potenza della categoria di 2,7 Kg/CV, insieme alla perfetta ripartizione dei pesi, conferisce alla FF un’eccezionale prontezza di risposta ai comandi, apprezzabile su di un’ampia gamma di percorsi: cittadini, strade a bassa aderenza anche fortemente innevate e circuiti.

La nuova nata di Maranello offre ai passeggeri massima flessibilità in termini di spazi, ricche dotazioni ed eleganti finiture, per una qualità di vita a bordo mai raggiunta prima su una vettura così prestazionale. È in grado di ospitare comodamente quattro persone e relativi bagagli grazie alla migliore abitabilità e alla maggiore capacità di carico bagagliaio del mercato di riferimento, (450 litri ampliabili fino ad 800 grazie ai sedili posteriori ribaltabili), incluse vetture quattro porte. Per questa vettura è stata studiata una vastissima gamma di personalizzazioni e accessori che include sei colori specifici e interni con pelli alla semianilina, innovative per modalità di selezione e trattamento.

IL BRAND FERRARI ECCELLENZA ITALIANA

Il marchio Ferrari ancora una volta rappresenta il meglio delle eccellenze italiane nel mondo. A confermare questa valutazione una recente ricerca condotta dall’agenzia per il lavoro Randstad. L’indagine condotta, costruita attraverso il parametro dell’employer branding, a cui l’agenzia del lavoro ha dedicato una ricerca che per la prima volta viene rivolta in particolare all’Italia – spiega l’amministratore delegato Marco Ceresa –, ma da oltre 20 anni è realizzata a livello internazionale con l’obiettivo di misurare la seduttività delle aziende e di indicare dei possibili modelli». La ricerca conferma come Ferrari, Microsoft, STmicroelectronics, nell’ordine, sono le società dove sognano di lavorare gli italiani e che sono arrivate sul podio del Randstad award.

Alla casa di Maranello è andato anche il Randstad Globe per essersi distinta per ben 8 dei 10 criteri che definiscono l’attrattività di un datore di lavoro. In particolare i lavoratori hanno indicato management competente (72%), formazione di qualità (71%), contenuti di lavoro interessanti (71%), solidità finanziaria (71%), prospettive future (69%), salario elevato (68%), atmosfera di lavoro piacevole (68%), stabilità del posto di lavoro (59%).

EccellenzeItaliane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *