Pane Casareccio di Genzano

Art. 1L’indicazione geografica protetta  Pane Casareccio Genzano  è riservata alPane che risponde alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel presentedisciplinare di produzione.
Art. 2
L’indicazione geografica protetta  Pane Casareccio Genzano  è ottenuta da farina di ottima qualità di tipo zero o doppio zero, lievito naturale, sa le alin-jentare, acqua e cruschello di grano senza aggiunta di prodotti chi mici o biologici.
Art. 3
La zona di produzione del  Pane Casareccio Genzano  comprende tutto il ter ritorio del Comune dj Genzano.
Art. 4
Le condizioni di produzione del  Pane Casareccio Genzano  devono essere qu slletradizionali della zona e comunque atte a conferire al prodotto le speci-s i fiche caratteristiche.
Le modalità di produzione sono le seguenti.
FASE DI IMPASTO. ‘_ 2 .
(M1) preparazione del lievito naturale che deve.essere rinfrescato tutti i giorni mediante acqua e farina in misura proporzionale alla quantità di impasto;’,;’  : 2) preparazione della’ iga  almeno due ore prima di impastare, in modo che abbia la giusta acidità. Per l’impasto di una dose pari a q.li 1 di farinatipo zero o doppio zero, vanno aggiunti: Kg 2 di sale, Kg 1,5 di lievito naturale,litri 70 circa di acqua. Il tempo di impasto dura circa 20 minutie può variare a seconda della quantità di impasto.
FASE DI CRESCITA.
La durata della fase di crescita è di circa 1 ora, ma è soltanto a seguitodel controllo diretto effettuato da parte del fornaio sul raggiungimentodel giusto punto di crescita che la pasta può essere spianata. Il pane spianatoin forma di pagnotte o filoni deve essere collocato dentro casse dilegno con teli di canapa e spolverato con cruschello o tritello. A questopunto il pane deve compiere la seconda crescita in un ambiente caldo a giustatenperatura per circa 40 minuti per completare il suo assestamento.
FASE DI COTTURA.
La cottura può avvenire sia in forni a legna che in forni con diversa alimentazione.
La temperatura del forno deve essere conpresa tra 300 e 320 gradicentigradi per consentire che il pane cresca compatto e formi una crosta di3 millimetri circa. Tale crosta ha la funzione di proteggere la mollica all’intemoe conservarla spugnosa e tenera con dei fori o  alveoli  non troppograndi e irregolari. La fase di cottura ha una durata che varia a secondadel tipo di pezzatura e può andare da 35 minuti a un’ora e venti circa.
5Il rispetto delle condizioni tecniche di idoneità di cui al precedenteart. 4 è accertato dalla Regione Lazio, ferme restando le competenzeistituzional i del Ministero dell e Risorse Agricole, Aliméntar i e Forestali in materia di controlli .
Art. 6Il  Pane Casareccio Genzano  all’atto dell’inraissioneal consumo deve risponderealle seguenti caratteristiche:- pagnotte con delle  bacìature  ai fianchi o filoni rotondi e lunghi conpezzature che vanno da Kg 0,500 a Kg 2,5- spessore della crosta di rnn. 3 circa;- colore della parte interna bianco avorio;- profumo di cereale genuino che ricorda il profumo di granaio;- sapore sapido ;- umidità massima 33,7%;_ peso specifico 023…/ oeciiTBtro cubo;ART. 7La vigilanza per l’applicazione delle disposizioni di cui all’unito disciplinaredi produzione è svolta dal Ministero delle Risorse Agricole, Alimentarie Forestali.
Il suddetto Ministero con proprio provvedimento può incaricare della vigilanzasulla produzione e sul commercio de3.  Pane Casareccio Genzano  un Consorziovolontario dei produttori .
All’indicazione geografica protetta  Pane Casareccio Genzano  è vietata l’aggiuntadi qualsiasi menzione o qualificazione aggiuntiva ivi conpresi gliaggettivi  extra ,  fine , selezionato , superiore ,e similari.
E’ consentito l’uso di indiczioni che faccino riferimento a nomi, ragionisociali o marchi privati purché non abbiano significato laudativo e nonsiano tali da trarre in inganno l’acquirente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *